Buoni propositi per il 2017

In vista dell’anno nuovo si fanno spesso elenchi lunghissimi di buoni propositi. Ma, vuoi per mancanza di impegno,  vuoi perché ci eravamo prefissati obiettivi bellissimi ma quasi impossibili da raggiungere, vuoi per problemi di vario tipo, quei bei propositi svaniscono nel nulla.
Una classifica ufficiale annuncerebbe che ben il 78% delle persone non riesce a portare avanti gli obiettivi prefissati, non ricordo la fonte, ma l’ho letto in qualche articolo, abbiate fede.
Oggi, 31 Dicembre 2016 volevo pubblicare sul blog la mia personale lista di buoni propositi per il 2017. Scriverli qui dovrebbe dare un’aria ufficiale, credo. Insomma mi sono posta obiettivi semplici, niente di impossibile come diventare una top model o mettere da parte 5000 euro per una vacanza ai Caraibi.
Sono obbiettivi a cui tengo e per cui voglio impegnarmi affinché si realizzino:

 

  • Esami universitari. Sono al secondo anno e gli esami quest’anno (ne sono sette) sono leggermente più complicati di quelli dell’anno scorso. Voglio impegnarmi per darli tutti, e bene. Insomma, il classico buon proposito dello studente universitario, come quando a ottobre diciamo in coro “questo semestre seguirò tutte le lezioni, mi alzerò presto e studierò dal primo giorno tutti i giorni e  darò tutti gli esami”
  • Cucina. Sono appassionata di cucina, mi piace tantissimo preparare dolci e decorarli. Vorrei provare più ricette e preparazioni nuove, imparare a fare le salse di accompagnamento, gli éclair, la marquise, la pasta choux, la chiffon cake, gli impasti lievitati, la naked cake, la red velvet, la mousse ai tre cioccolati di Knamm..
  • Tenersi in forma. La palestra mi rubava troppo tempo e money e prima dell’estate avevo iniziato con degli esercizi in casa seguendo una app (qui l’articolo in cui ve ne parlavo). Mi ero trovata veramente benissimo. Anche non seguendo una dieta ferrea vedevo davvero i risultati e mi vedevo molto più tonica, poi con il freddo, la sessione invernale e febbre una settimana sì e una no ho abbandonato. Inoltre, per un tappo di 1.58 m anche un chilo in più fa la differenza quindi voglio ricominciare con costanza e raggiungere la forma fisica desiderata.
  • Guidare. Sono una di quelle persone intelligenti che ha preso la patente e poi dopo una decina di guide col papà si è scoraggiata e ha iniziato a trovare scuse improbabili per non guidare e ha paura di schiantarsi e apportare danni irreparabili all’auto e ai conducenti superati i 50 km/h. Vorrei tanto superare l’ansia e guidare con mio padre e da sola ed essere più sicura.
  • Scrivere di più sul blog. Va beh che questo lo dico ogni anno, ma non riesco a pubblicare due articoli alla settimana, anche perché se non ho nulla di minimamente utile e sensato da dirvi non mi va di scopiazzare in giro solo per rispettare la costanza come fa qualcuno. Ma è anche vero che ho liste di possibili post abbandonati tra le note del cellulare. Quindi sì, mi riprometto un minimo di costanza in più, e anche foto più belle e professionali come le vere fasssscion bloggerss.
  • Risparmiare. Non che io abbia entrate fisse, non ho una paghetta e ho un lavoro saltuario come animatrice per le feste a tema per bambini. Ho imparato anche a fare le spade e i fiori coi palloncini, una vera professionista.. Comunque, dicevo, vorrei mettere qualcosa da parte, anche solo 10 euro al mese, per avere un gruzzoletto di base per eventuali spese o viaggi futuri.
  • Hobby. Un’altra mia passione è tutto ciò che è creativo, dal disegno, all’acquerello, al lettering. Voglio migliorare anche in questi piccoli hobby e magari imparare qualcosa di nuovo, fare un corso di formazione o imparare una lingua, leggere classici della letteratura italiana e straniera. Se avete spunti o suggerimenti scrivetemi un commento.
  • In generale dedicarmi a ciò che mi fa stare bene e allontanare ciò che non mi fa essere felice, anche se certe volte non si può. Sfidare me stessa e migliorarmi sempre. Non dico di voler andare a fare volontariato in Sudafrica o in zone terremotate, certo, perchè no, ma intendo proprio cercare di essere più paziente, più rispettosa, più buona, più disponibile, più comprensiva, in generale essere una persona migliore. Non lo scrivo solo perché è il 31 dicembre. Questa è una cosa che mi riprometto spesso e credo che piccoli miglioramenti ci siano già stati, ma questo è un viaggio senza meta, è un continuo andare senza fermarsi mai.
    Credo sia tutto, l’anno prossimo riprenderò questa lista e tirerò le somme e magari ne parleremo insieme.
    E voi? Siete soliti fare liste di buoni propositi? Se vi va, lasciate un commento.
    With love,
    Rosa.